Varie

Braccio di Ferro, Sport di Squadra.

Molti credono che il “Braccio di Ferro” sia un gioco da BAR per decretare il più forte, ma non è così.

Il “Braccio di Ferro” è proprio uno sport a tutti gli effetti, con allenamenti specifici e costanti, regole molto severe, suquadre e gare. Esiste una federazione nazionale (S.B.F.I) è internazionale (W.A.F). Questo sport è molto diffuso e seguito nelle nazioni dell’est europa e parte dell’asia, in particolare in Russia, Ucraina ecc… ma anche negli Stati Uniti e molte altre nazioni.

Ovviemente come si può pensare da profani, questo sport è concentrato sulla forza, quindi più uno è forte più vince. Purtroppo o per fortuna la forza conta solo in parte, per il resto c’è tecnica e resistenza. Una persona solo molto forte spesso perde contro un’altra non troppo forte ma tecnico.

Questo sport a differenza di altri sport individuali, ha un impatto psicologico molto forte. In una competizione un atleta agli inizi è capace di fare 2 incontri da 30 secondi l’uno e continuare a vedere tutta la gara dagli spalti. Questo demotiva fortemente qualunque persona che non abbia una forte passione a continuare con entusiasmo la pratica di questo sport, infatti gli atleti che abbandonano sono una percentuale molto elevata.

Come faccio a dire che è e deve essere uno sport di squadra? Semplicemente perchè è molto più difficile praticare da solo. Principalmente perchè ci vogliono almeno 2 atleti per allenarsi al  tavolo e più di due per provare forze e tecniche differenti, non sono sufficenti le macchine. Ci vuole una squadra per risollevarsi da una sconfitta in pochi secondi di gara dopo mesi di duro allenamento, un gruppo di persone che ti caricano, ti danno consigli e sono con te quando sei al tavolo prima di un incontro facendo il tifo.

Non è come la Boxe o il Golf dove hai doversi round o buche per poter far vedere quanto vali, nel “Braccio di Ferro” è un attimo che decide se vinci o perdi e prima di riprovare quell’attimo passano anche mesi.

A te che vuoi avvicinarti a questo Sport … ti dico di non demoralizzarti,  cerca una squadra che ti possa aiutare e allo stesso tempo tu potrai aiutare la squadra.

Anto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *